Reddito di emergenza: cos’è e chi può richiederlo.

Tempo di lettura: 2 minuti

Nessuno di noi, probabilmente, si sarebbe mai immaginato un 2020 così; mesi difficili, che ci hanno messo a dura prova e hanno portato tanti nuovi cambiamenti, a causa della pandemia di Coronavirus.

Ed è stato proprio il Covid che, oltre a modificare le nostre abitudini, ha causato con il famigerato lockdown innumerevoli conseguenze sul piano finanziario di imprese e famiglie.

Considerata questa aggravata situazione economica, lo Stato italiano ha emanato alcuni decreti legge con lo scopo di creare istituti giuridici ad hoc e temporanei, idonei a far fronte alla circostanza.

Tra i tanti interventi posti in essere dall’attuale Governo troviamo il reddito di emergenza, istituito e sancito all’art. 82 del decreto legge 19 maggio 2020, n.34 c.d. “Decreto rilancio”.

Analizziamo adesso nel dettaglio chi ne può usufruire, il termine ultimo per poterne fare richiesta e soprattutto i requisiti per poter accedere al bonus.

 

Secondo quanto sancito dall’art. 2 D.l. 34/2020 il reddito di emergenza è riconosciuto e corrisposto ai nuclei familiari che, al momento della domanda, posseggono cumulativamente i requisiti previsti dal medesimo decreto ed in particolare:

  • È necessario avere la residenza in Italia
  • È indispensabile avere un valore del reddito familiare, calcolato secondo il principio di cassa (nel mese di aprile 2020), inferiore alla soglia corrispondente all’ammontare del beneficio. Il limite del reddito familiare utile alla corresponsione del beneficio si ottiene moltiplicando la somma di 400€ per il valore della scala di equivalenza riportata di seguito (a titolo esemplificativo ma non esaustivo, poiché le situazioni potrebbero essere innumerevoli).

 

Composizione nucleo Scala di equivalenza Importo Reddito di emergenza
Un adulto 1 € 400
Due adulti 1.4 € 560
Due adulti e un minorenne 1.6 € 640
Due adulti e due minorenni 1.8 € 720
Tre adulti e due minorenni 2 € 800
Tre adulti e due minorenni di cui un componente con gravi disabilità 2.1 € 840

 

  • È obbligatorio possedere un valore ISEE inferiore a € 15.000, con possibilità di ricalcolo tramite ISEE corrente qualora la situazione fosse mutata nel precedente periodo (ad esempio a causa della perdita del lavoro da parte di uno dei componenti della famiglia).
  • È fondamentale avere infine un patrimonio mobiliare riferibile all’anno 2019 di entità inferiore a € 10.000 per il nucleo familiare composto da una persona. La soglia del patrimonio mobiliare viene aumentata di € 5.000 per ogni componente successivo al primo e fino ad un massimo di € 20.000.

Ai fini delle soglie dei valori economici sopra riportati si consideri che, laddove fosse presente all’interno del nucleo familiare uno o più minorenni, si utilizza per la richiesta del beneficio l’ISEE minorenni.

Il reddito di emergenza NON può essere invece richiesto da tutti i soggetti che hanno già usufruito di una qualsiasi altra indennità emergenziale a causa del Covid-19. Inoltre, rimane esclusa la possibilità di richiedere il beneficio a coloro che percepiscono la pensione sia essa diretta o indiretta (rimane esclusa la pensione d’invalidità) e coloro che percepiscono la pensione di cittadinanza o il reddito di cittadinanza.

La domanda per il reddito di emergenza deve essere inoltrata all’INPS tramite l’applicativo online o in caso di difficoltà è possibile rivolgersi ad un CAF. La domanda deve essere presentata e inoltrata entro e non oltre il 30 giugno 2020 e la corresponsione del beneficio avviene nelle due mensilità immediatamente successive (se presentata a giugno, termine ultimo, il reddito di emergenza verrà corrisposto per il mese di luglio e agosto).

 

Leonardo Maraschiello

 

 

 

 

 

 

About the Author
Leonardo Maraschiello, laureato in scienze giuridiche e laureando in Giurisprudenza. Durante gli studi universitari si appassiona al concetto di “obiettivamente giusto” e all’educazione alla legalità. Nutre un forte interesse per l’ambito legale. Interessato anche alla finanza c.d personale e aziendale, al mondo economico e a quello del fisco. Ama condividere il tempo libero con le sue amicizie e si dedica inoltre alla pallavolo.

Leave a Reply

*