Prato, più spazio per il centro storico

Tempo di lettura: < 1 minuto

 

 

Dall’ordinanza del 10 giugno entrata in vigore l’11 giugno, Prato si è trasformata in una ztl a favore delle attività commerciali di somministrazione e dell’area pedonale adibita alla movida notturna. Fino al 30 settembre, dal giovedì alla domenica, la sosta sarà vietata dalle 18:30 a mezzanotte, con limitazione di 30km/h nelle mura cittadine.

Si tratta di un’ulteriore misura adottata dall’Amministrazione Comunale per la fase 2 dell’emergenza Covid-19.

Agli abitanti di Montemurlo amanti della movida pratese, qualora si trovassero in orario notturno nella cinta muraria, si suggeriscono parcheggi estranei alle mura pratesi, lunghe passeggiate serali per favorire la mobilità ciclabile e pedonale, ma soprattutto gli spazi adibiti al “dehors” nella totale sicurezza per il distanziamento in merito alle misure anti contagio.

La zona APU temporanea è delimitata dall’inizio di V. Garibaldi, a via Santo Stefano, al Duomo, a V. Cesare Guasti per finire su tutta via Santa Trinità; per Piazza Mercatale (regina indiscussa per il parcheggio) c’è ancora possibilità di sosta dei veicoli.

 

 

 

Lorenzo Suardi proprietario di “La Cova” in Piazza San Francesco.

 

 

 

 

About the Author
Laura Scala, una fotogiornalista collaboratrice di “La Nazione”, specializzata e amante della ritrattistica in ambito fotografico con un approccio costruzionista e creativo. Appassionata per la scrittura di poesie libere e la redazione di articoli di giornale.

Leave a Reply

*