Bonus GAS e LUCE 2020: E tu lo sapevi?

Tempo di lettura: 2 minuti

Il bonus gas e luce, introdotto nel 2007 dal Governo e attuato dall’ autorità di regolazione per Energia Reti e Ambienti con la collaborazione dei Comuni, prevede per alcune categorie di soggetti la possibilità di usufruire di uno sconto diretto in bolletta assicurando loro un risparmio sulla spesa per l’energia.

Il bonus gas e luce 2020 permette di ottenere uno sconto sulla bolletta della fornitura di energia elettrica e di gas, mentre rimangono fuori da questo bonus coloro che utilizzano bombole GPL o a metano. È possibile usufruire del bonus a condizione che il richiedente soddisfi i requisiti previsti dal Governo. Possono richiedere lo sconto in fattura tutti i clienti domestici intestatari di un contratto di fornitura elettrica e di gas che appartengono ad un nucleo familiare:

  • con ISEE inferiore a € 8.265,
  • con almeno 4 figli a carico ed ISEE non superiore a € 20.000,
  • titolare di reddito o pensione di cittadinanza.

Il bonus è previsto inoltre per tutti quei nuclei familiari che presentino al loro interno un soggetto con gravi patologie mediche e che sia costretto ad utilizzare apparecchi elettromedicali indispensabili per la propria sopravvivenza.

L’ effettivo importo del bonus varia a seconda della fornitura (energia elettrica o di gas) e pertanto non verrà trattato in questo articolo. Basti sapere che a determinate condizioni si può risparmiare fino a quasi € 200 annui per ogni fornitura, distribuiti proporzionalmente nelle 12 mensilità.

Per richiedere il bonus è necessario presentarsi con ISEE e documento d’identità dell’intestatario del contratto presso il Comune di residenza, oppure presso altri Enti autorizzati (CAF) e compilare due richieste differenti: una per l’energia elettrica ed una per il gas. Si ricorda che qualora la persona che presenta tale domanda non fosse l’intestatario del contratto, dovrà essere redatta un’apposita delega. Il modello da compilare è reso disponibile dall’Ente stesso oppure è scaricabile sul sito dell’ARERA o sul sito SGAte, il sistema informativo che gestisce le operazioni e verifica i requisiti per l’erogazione del bonus. È possibile trovare il modulo anche in questo articolo cliccando sul seguente link:

Il bonus ha una durata di 12 mesi perciò ogni anno per usufruirne è necessario presentare nuovamente le domande.

About the Author
Leonardo Maraschiello, laureato in scienze giuridiche e laureando in Giurisprudenza. Durante gli studi universitari si appassiona al concetto di “obiettivamente giusto” e all’educazione alla legalità. Nutre un forte interesse per l’ambito legale. Interessato anche alla finanza c.d personale e aziendale, al mondo economico e a quello del fisco. Ama condividere il tempo libero con le sue amicizie e si dedica inoltre alla pallavolo.

Leave a Reply

*